altagamma

Home Sostenibilità

[vc_row css=”.vc_custom_1441600985113{margin-bottom: 0px !important;}”][vc_column][rev_slider_vc alias=”slider-sostenibilit”][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=”stretch_row” css=”.vc_custom_1457693903779{margin-bottom: 0px !important;background-color: #f7f7f7 !important;}” el_class=”heli-news-begin padding-top-lg-100 padding-top-xs-50 padding-bottom-lg-100 padding-bottom-xs-50″][vc_column][vc_custom_heading text=”LA SOSTENIBILITÀ
COME VALORE COMPETITIVO” font_container=”tag:h2|font_size:48|text_align:left|color:%23222222″ use_theme_fonts=”yes” css=”.vc_custom_1472055393752{margin-bottom: 20px !important;}” el_class=”let03″][vc_column_text css=”.vc_custom_1473241146043{padding-bottom: 30px !important;}”]La comunicazione diventa complessa.  Sul  mercato l’offerta è quasi sempre superiore alla domanda, spesso ci si misura  con Paesi in via di sviluppo che stravolgono le regole della concorrenza spesso sleale. La guerra dei prezzi  sembra essere l’unica arma per tenere la posizione. Ma sarà proprio cosi?

Per fortuna No.

Da tempo emergono nuovi valori, il bisogno di etica, di rispetto per l’ambiente, una crescente richiesta di sicurezza i tutti gli ambiti, di reciprocità e di relazioni. Siamo di fronte ad una profonda trasformazione della società, e per le aziende consapevoli di questo cambiamento  si stanno spalancando enormi possibilità a patto che cambi  inseme la cultura di impresa.

Adottare il modello delle 3P (people, planet, profit) è il nuovo paradigma delle aziende lungimiranti.[/vc_column_text][vc_btn title=”LE NOSTRE COMPETENZE” style=”outline” color=”black” size=”sm” css=”.vc_custom_1472054837018{margin-right: 12px !important;}” link=”url:http%3A%2F%2Fwww.altagamma.mi.it%2Four-services%2Fservizi-comunicazione%2F||”][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=”stretch_row” css=”.vc_custom_1472054256460{margin-bottom: 0px !important;padding-bottom: 0px !important;background-position: 0 0 !important;background-repeat: no-repeat !important;}” el_class=”padding-top-lg-80 padding-top-xs-40″][vc_column offset=”vc_col-lg-7 vc_col-md-7 vc_col-xs-12″ el_class=”padding-top-lg-50 padding-top-xs-20 padding-bottom-lg-120 padding-bottom-xs-50″][vc_custom_heading text=”UN VALORE UNIVERSALE” font_container=”tag:h2|font_size:35|text_align:left|color:%23222222″ use_theme_fonts=”yes” css=”.vc_custom_1473069706646{margin-bottom: 20px !important;}” el_class=”let03″][vc_column_text css=”.vc_custom_1473241045562{padding-top: 10px !important;padding-bottom: 0px !important;}”]Dalle ultime indagini EURISKO il 63% degli italiani  ritiene la sostenibilità un valore irrinunciabile. Le persone considerano sempre più la qualità della vita  il fattore fondamentale del benessere.   Patologie da inquinamento, cambiamenti climatici, eccessivo sfruttamento delle risorse nei prossimi anni faranno crescere la richiesta di sostenibilità da parte dei cittadini. A quel punto sarà una vera e propria discriminante di mercato. Per le aziende che guardano la propria azienda ai prossimi 20 anni è ora il tempo di affrontare il tema, conquistando quel vantaggio competitivo che spetta alle elite.

Temporeggiare significa inseguire, con  costi enormemente più elevati per conquistare posizioni già solidamente presidiati dai concorrenti.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column preset=”mpc_preset_33″ content_preset=”_mpc_preset_33″ offset=”vc_col-md-5 vc_hidden-sm vc_hidden-xs” css=”.vc_custom_1473069117787{margin-top: 50px !important;}”][vc_custom_heading text=”LE PREMESSE” font_container=”tag:h3|font_size:25|text_align:left|color:%23222222″ use_theme_fonts=”yes” tm_font_weight=”400″ css=”.vc_custom_1473069467034{padding-bottom: 8px !important;padding-left: 80px !important;}”][vc_column_text css=”.vc_custom_1473241183374{margin-bottom: 30px !important;padding-top: 35px !important;padding-left: 80px !important;}”]

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”18″][thememove_button text=”approfondisci” margin=”-20px 0 0 80px” css=”.vc_custom_1472055327663{margin-left: 80px !important;}”][/vc_column][/vc_row][vc_row full_width=”stretch_row” css=”.vc_custom_1472055681579{background-color: #f3f3f3 !important;}”][vc_column][vc_empty_space][vc_custom_heading text=”PERCHÈ
LA SOSTENIBILITÀ” font_container=”tag:h2|font_size:35|text_align:left|color:%23222222″ use_theme_fonts=”yes” css=”.vc_custom_1472055648834{margin-bottom: 20px !important;}” el_class=”let03″][vc_column_text css=”.vc_custom_1473069592723{padding-bottom: 50px !important;}”]Green Thinking – Pensare di vivere nei limiti di un solo pianeta è lo slogan alla base di qualsiasi strategia aziendale riferibile alla sostenibilità e alla responsabilità sociale. La rivoluzione internet ha drasticamente cambiato il paradigma del marketing. Oggi la comunicazione si misura con dei sistemi di raccomandazione di massa quali Facebook, Twitter e in minor misura tutti gli altri social network. In pochissimo tempo le comunità on line con miliardi di relazioni grazie alla viralità tipica dei social media, possono distruggere la reputazione di una azienda o eleggerla tra le elite. La sostenibilità è una opzione,  ma la sua scelta deve essere autentica e realizzata  “a bassa voce”. Se viene adottata solo di facciata  per fronteggiare un declino in corso si può solo peggiorare la situazione.

Il potere ultimo risiede nelle mani dei consumatori, in quanto alla fine sono le loro scelte di acquisto e stile di vita che possono fare la differenza. Un potere ulteriormente aumentato recentemente dai social media, attraverso i quali miliardi di interazioni possono influenzare con raccomandazioni e condivisioni di esperienze gli orientamenti degli amici e della comunità di appartenenza.
Con le loro scelte i consumatori/clienti possono premiare o sanzionare (fino al ricorso a campagne di boicottaggio) l’impegno e la performance di sostenibilità dei produttori. Ma non è soltanto con l’atto finale di acquisto che i consumatori/clienti possono influenzare le strategie e gli investimenti dei produttori, ma anche diventando più assertivi, esigenti e vocali. Varie sono le vie attraverso le quali esercitare la propria influenza:

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css=”.vc_custom_1473068995972{margin-bottom: 50px !important;}”][vc_column width=”1/2″][vc_empty_space height=”50″][vc_custom_heading text=”COME ADOTTARE
LA SOSTENIBILITÀ” font_container=”tag:h2|font_size:35|text_align:left|color:%23222222″ use_theme_fonts=”yes” css=”.vc_custom_1473235772239{margin-bottom: 20px !important;}” el_class=”let03″][vc_column_text]I tempi necessari al cambiamento culturale e strutturale in senso sostenibile di una azienda devono essere compatibili con le risorse a disposizione. E’ necessario definire  tempi e modalità considerando una implementazione progressiva e programmata in tutti i settori e processi aziendali. I clienti apprezzano meglio la concretezza delle continue piccole novità piuttosto che la rivoluzione verde strombazzata sui media. Una corretta timeline e un impianto comunicazionale coerente consolideranno la reputazione dell’impresa attorno ad un principio fondamentale dei nostri tempi che continuerà a persistere e consolidarsi nei prossimi decenni.

La reputazione e dunque la scalata nelle preferenze dei consumatori è realizzabile solo con il completamento di tutte le premesse necessarie. Di base deve essere preceduta da una fase di digital trasformation necessaria per adeguare le infrastrutture aziendali a gestire le nuove interfacce:
social media, stackeholder, fruizione documentale oltre che organizzazione e comunicazione secondo il principio della bidirezionalità[/vc_column_text][vc_cta h2=””]

Connettersi <> Ascoltare <> Raccontare <> Partecipare <> Comunicare <> Coinvolgere

[/vc_cta][vc_custom_heading text=”COSA FACCIAMO” font_container=”tag:h2|font_size:35|text_align:left|color:%23222222″ use_theme_fonts=”yes” css=”.vc_custom_1473240755741{margin-bottom: 20px !important;}” el_class=”let03″][vc_column_text]Affrontiamo questo tipo di attività in base alla esistenza o no della certificazione ISO UNI ENI 14001. Consideriamo tale norma utile nella riduzione progressiva dell’impatto ambientale e per la costruzione di filiere sostenibili in quanto i singoli nodi attraverso la certificazione sono facilmente individuabili. La norma è utile nel B2B ma ha pochissima forza di comunicazione nel B2C, come tutte le norme tecniche è più che altro rivolta agli addetti ai lavori. Il nostro lavoro tocca tutti quegli aspetti intangibili estranei ai processi produttivi ma estremamente necessari per le attività di comunicazione dell’azienda e per la valorizzazione del suo ecosistema.

Prodotto e Imballo:

Organizzazione 

Aspetti specifici per la comunicazione.

 

 

 

 

 

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_empty_space height=”50″][vc_custom_heading text=”DOVE ADOTTARE
LA SOSTENIBILITÀ” font_container=”tag:h2|font_size:35|text_align:left|color:%23222222″ use_theme_fonts=”yes” css=”.vc_custom_1472058589245{margin-bottom: 20px !important;}” el_class=”let03″][vc_column_text]Il primo luogo dove implementare la sostenibilità  sono la mente delle  persone che lavorano in azienda a tutti i livelli.

Non è possibile comunicare sostenibilità se l’azienda stessa non è coinvolta dal tema. Inoltre devono essere coinvolti tutti i livelli gerarchici. Spesso assistiamo a lodevoli iniziative del management con ottimi progetti che inevitabilmente si disperdono (a volte anche boicottati) ai piani inferiori.

Sulle priorità definite si deve intervenire progressivamente su tutti i processi aziendali,

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
Exit mobile version